Informazioni

SCIENZA E TECNOLOGIA SPAZIALE è un Master di II livello che fornisce in maniera innovativa una preparazione altamente qualificata e competenze specifiche sugli aspetti scientifici dello spazio. Il master si propone di formare una figura professionale con accresciute possibilità di inserimento nell'ambiente spaziale, il quale risulta attualmente caratterizzato da una poliedrica interazione tra il mondo della ricerca e quello industriale. Le competenze scientifiche acquisite nel Master potranno trovare ampio sviluppo nell'ambito delle agenzie e delle industrie spaziali, nonche' nel mondo della ricerca. La forte presenza del settore spaziale nell'area romana favorisce questo sviluppo attraverso il contatto diretto con industrie, enti di ricerca, universita' ed agenzie spaziali, che operano a Roma e dintorni.

Il carattere innovativo del Master, rispetto ad altre analoghe attività formative, si riflette nella capacità di fornire approfondite competenze scientifiche e tecnologiche necessarie all'introduzione nel campo lavorativo nell'ambito dell'esplorazione spaziale con riferimento sia a corpi celesti (naturali e artificiali) del sistema solare, che alle strutture stellari.

I temi trattati in SCIENZA E TECNOLOGIA SPAZIALE coprono argomenti di grande attualità, che consentono di acquisire gli strumenti necessari per lo studio di oggetti celesti di diversa natura, dai pianeti ai corpi minori, alle stelle, alle galassie, nonchè per l'analisi di missioni spaziali con satelliti artificiali. Tra i vari argomenti, citiamo come esempio l'esplorazione dell'universo e le tecniche più recenti per l'osservazione delle strutture cosmologiche, la Space Situational Awareness (SSA), sia in relazione agli aspetti che riguardano la fisica del Sole, che i Near-Earth-Objects (NEO) o i detriti spaziali ("space debris"), le nuove autostrade interplanetarie, l'osservazione della Terra, gli strumenti d'avanguardia per l'osservazione spaziale.

L'originalità di SCIENZA E TECNOLOGIA SPAZIALE consiste quindi in un'offerta didattica fortemente innovativa, perche' e' caratterizzata da una preparazione scientifica e tecnologica, opportunamente combinata con aspetti manageriali e gestionali.

Il Master di II livello in SCIENZA E TECNOLOGIA SPAZIALE, promosso dall'Università di Roma Tor Vergata, è rivolto a laureati (laurea magistrale) in discipline scientifiche (Matematica, Fisica, Astronomia, Informatica, Ingegneria, ecc.). Possono essere ammessi al corso candidati in possesso di titoli di studio conseguiti all'estero. Il Master è organizzato in moduli didattici e attività di stage da svolgersi presso le aziende partner del Master. La durata del Master SCIENZA E TECNOLOGIA SPAZIALE è di un anno. L'attività formativa prevede 60 crediti formativi, pari a 1.500 ore, di cui 400 ore di attività didattica cosiddetta frontale, cioè con la presenza di docenti (lezioni tradizionali, laboratorio guidato, esercitazioni guidate). Le lezioni si svolgeranno presso il Dipartimento di Matematica dell'Università di Roma Tor Vergata. Su valutazione del curriculum del candidato sono previste borse di studio per la parziale o totale copertura delle spese di iscrizione al Master.

Al termine di ogni modulo è prevista una valutazione orale, o scritta, o con quiz a scelta multipla; la votazione è in trentesimi e la votazione minima è di 18/30. Coloro che avranno superato le prove di valutazione dei moduli dovranno concludere il programma didattico con un esame finale che consisterà in una relazione scritta su un titolo a scelta tra 3 estratti a sorte tra 10 titoli proposti e una relazione sullo stage effettuato, cui seguirà una presentazione orale di entrambe le relazioni. Le due relazioni e la presentazione orale vengono valutati da 5 docenti (tra cui il tutor dello stage). La votazione è in centodecimi; la votazione minima per conseguire il master e' 66/110. L'esame finale dovrè essere effettuato entro l'ultima sessione dell'anno accademico di iscrizione al Master.

I docenti del Master in SCIENZA E TECNOLOGIA SPAZIALE sono specialisti di riconosciuta fama a livello nazionale ed internazionale; il corpo docente proviene da Universitè, enti di ricerca, osservatori astronomici, industrie aerospaziali ed Agenzie Spaziali.

Direttore del master: Prof. Alessandra Celletti